Rassegna stampa post Lucca-Ragusa

Articoli dei vari quotidiani locali "Il Tirreno" - "La Nazione" - Risultati - Tabellini - Comunicato stampa di Ragusa - Foto della serata - "NoiTv"

Fonte dati: "La Nazione"

 

Fonte dati: "Il Tirreno"

 
 

Comunicato stampa della Passalacqua Ragusa

Ragusa è in semifinale

Ragusa è in semifinale scudetto, grazie alla migliore differenza canestri nel doppio confronto con il Basket Le Mura Lucca. I 12 punti di vantaggio dell’andata sono fondamentali per il passaggio del turno dal momento che le padrone di casa di coach Andreoli si impongono di 7 lunghezze, per 60-53. La serie con le toscane si conferma combattuta e incerta fino alla fine, tanto che il Basket Le Mura, proprio a due minuti dal termine, aveva trovato addirittura il canestro del +12 che significava parità assoluta nel doppio confronto. Ragusa a quel punto è stata più fredda, con Taylor che è stata precisa dalla lunetta. Nella semifinale al meglio delle 3, Romeo e compagne troveranno il Famila Schio che ha battuto San Martino di Lupari. La comitiva biancoverde andrà in Veneto già domani mattina, senza ritornare a Ragusa. Si gioca lunedì 18 a Schio e giovedì 21 al Palaminardi.

“Brutta partita – commenta coach Gianni Recupido – giocata male sia in attacco che in difesa. Paradossalmente il vantaggio preso nella partita di andata, per quanto poi sia stato fondamentale per il passaggio del turno, ha influito inconsciamente nella prestazione perché poi quando la partita si è messa punto a punto siamo venuti fuori. Andiamo comunque in semifinale dove troviamo ancora una volta Schio nella nostra strada. La affronteremo con leggerezza, consapevolezza e con il piacere di esserci”.

Michele Farinaccio, Ufficio stampa Passalacqua Ragusa

 

Foto della serata a cura di "Foto Alcide"


 

Standing ovation for you, magnifico Gesam Le Mura

BASKET A1 DONNE - Un Gesam Gas e Luce Lucca da libro “Cuore” si aggiudica il retour match dei quarti di finale per 60-53, non riuscendo a rimontare il -12 subito in terra siciliana. Ad accedere alla semifinale scudetto è la Passalacqua Ragusa ma le biancorosse, all’ennesima vittoria interna di una stagione che resta comunque da incorniciare, sono uscite tra gli scroscianti applausi del pubblico amico.

Un’annata da celebrare quella di una squadra, completamente rinnovata rispetto allo scorso campionato, capace di crescere costantemente durante la Serie A1 e di reagire, senza mai abbassare lo sguardo, agli scherzi del destino, palesatosi sotto forma della rottura del crociato di Sydney Wiese e del virus influenzale che ha fiaccato gran parte del roster nel momento clou del torneo. Una squadra, unito al lavoro compiuto dallo staff tecnico e dalla società, che ha riportato Lucca nel gotha della pallacanestro femminile azzurra. Dopo aver pareggiato il +12 sul 60-48, le locali hanno pagato nei 2’30’’ finale il maggior tasso fisico (52 rimbalzi contro i 41 di Gesam) del team di coach Recupido. Decisiva per le biancoverdi, attese al prossimo turno dal Famila Schio, la prestazione di una sontuosa Asia Taylor. Al di là della mancata qualificazione, sfumata soltanto per alcuni episodi sfavorevoli e forse un pizzico di inesperienza in questo tipo sfide, le biancorosse hanno dato vita ad un’ottima prova collettiva con tre cestite in doppia cifra (Natali, Dietrick e Kacmarczyk in ordine decrescente) e tutte le altre capaci di mettere il proprio mattoncino alla causa. Ora che la stagione va in archivio si può programmare il futuro che secondo non non può che ripartire dallo staff tecnico, il DG Zazzaroni e il giovane coach Andreoli, e con un gruppo giovane che ha dato dimostrazione di poter crescere ancora molto. Il resto ce lo diranno le strategie e le mosse di mercato dei prossimi mesi. Intanto applausi per un squadra e una società che rimangono davvero esemplari in tutti i sensi. Da applausi.